Re+

     

                  

rei

 

 

REDDITO DI INCLUSIONE (REI)

 

 


 

 

 Che cos'è e come funziona

 

Il Reddito di inclusione (REI) è una misura di contrasto alla povertà dal carattere universale, condizionata alla valutazione della condizione economica, introdotto con il Dgl del 15/9/2017 n.147.

Il Reddito di inclusione (REI) prevede congiuntamente:

  • un beneficio economico, erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica (Carta REI);
  • un progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa finalizzato al superamento della condizione di povertà.

La nuova misura è operativa su tutto il territorio nazionale e i cittadini residenti nel Comune di Sant'Eufemia d'Aspromonte possono presentare domanda a partire dall'1 dicembre 2017 (non è previsto un termine di scadenza).

 

Requisiti

Il Rei è riconosciuto su richiesta ai nuclei familiari che risultano, al momento della presentazione della richiesta e per tutta l’erogazione del beneficio, in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Requisiti di residenza e soggiorno

    • essere cittadino italiano, comunitario o familiare di cittadini italiani o comunitari, non avente la cittadinanza in uno Stato membro, titolare del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente, oppure cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
    • essere titolare di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria);
    • essere residente in Italia, in via continuativa, da almeno due anni al momento della presentazione della domanda.

    Requisiti familiari

    Il nucleo familiare deve trovarsi in almeno una delle seguenti condizioni:

    • presenza di componente di età minore di anni 18;
    • presenza di una persona con disabilità e di almeno un suo genitore o tutore;
    • presenza di una donna in stato di gravidanza accertata;
    • presenza di un componente che abbia compiuto 55 anni con specifici requisiti di disoccupazione (licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale ai sensi della L. 604/1996) che: a) ha cessato di beneficiare dell'intera prestazione per la disoccupazione da almeno tre mesi; b) oppure è in stato di disoccupazione da almeno tre mesi, nel caso in cui non abbia avuto diritto alla prestazione di disoccupazione.

     

    Requisiti economici

    Il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente di:

    • un ISEE in corso di validità non superiore a 6.000 euro;
    • un ISRE (l’indicatore della situazione reddituale dell’ISEE, ossia l'ISR diviso la scala di equivalenza, al netto delle maggiorazioni) non superiore ai 3.000 euro (calcolato in automatico dall'ISEE);
    • un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro;
    • un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti, etc.) non superiore a 10.000 mila euro (ridotto a 8.000 euro per due persone e a 6.000 euro per la persona sola).

    Nessun componente del nucleo deve:

    • percepire prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o di altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
    • possedere autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità);
    • possedere navi e imbarcazioni da diporto.

     

Beneficio economico

Il beneficio economico è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, rinnovabile per ulteriori 12 mesi.  La richiesta di rinnovo potrà essere inoltrata non prima che siano trascorsi 6 mesi dall'erogazione dell'ultima mensilità. Dalla durata massima del REI devono essere, comunque, sottratte le mensilità del Sostegno Inclusione Attiva (SIA), eventualmente già erogate al nucleo familiare.

Ammontare del beneficio economico

Il beneficio economico varia in base al numero dei componenti il nucleo familiare (vedi tabella) e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo.
L’ammontare del beneficio economico viene stabilito sulla base del cosiddetto “reddito disponibile”, ovvero delle risorse a disposizione delle famiglie per soddisfare i bisogni di base e acquistare beni e servizi primari, come determinato sulla base dell’indicatore della situazione reddituale dell’ISEE. Il beneficio economico, pertanto, sarà proporzionale alla differenza tra il reddito familiare e una soglia, che è anche la soglia reddituale d’accesso.
In sede di prima applicazione la soglia di 3.000 euro viene coperta solo al 75%. Pertanto inizialmente, la soglia con cui confrontare le risorse economiche del nucleo familiare è pari per un singolo a 2.250 euro (il 75% di 3.000) e cresce in ragione della numerosità familiare fino ad un massimo di 5.824,80 euro 75% di 6 mila euro).

 

Numero componenti

Soglia di riferimento in sede di prima applicazione       

Beneficio   massimo mensile

                  1                   

2.250 euro

187,50 euro

2

3.535,50 euro

294,38 euro

3

4.590 euro

382,50 euro

4

5.535 euro

461,25 euro

5 o più

5.824,80 euro

485,40 euro

 

Il valore del beneficio mensile è ridotto dell'importo degli eventuali trattamenti assistenziali percepiti dal nucleo nel periodo di fruizione del REI, esclusi quelli non sottoposti alla prova dei mezzi (ad esempio l'indennità di accompagnamento).

La Carta REI

Il beneficio viene versato mensilmente su una carta di pagamento elettronica (Carta REI). Completamente gratuita, funziona come una normale carta di pagamento elettronica con la differenza che, anzichè essere caricata dal titolare della carta, è alimentata direttamente dallo Stato.

La carta deve essere usata solo dal titolare e permette di:

  • prelevare contante entro un limite mensile di 240 euro al costo del servizio;
  • fare acquisti tramite POS in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard;
  • pagare le bollette elettriche e del gas negli uffici postali;
  • avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l'eccezione degli acquisiti dei farmaci e del pagamento di ticket.

La carta può inoltre essere utilizzata negli ATM Postamat per controllare il saldo e la lista movimenti.

 Progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa

Per ottenere il contributo è necessario che il nucleo familiare aderisca ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, in un percorso volto al superamento della condizione di povertà, per riconquistare gradualmente l’autonomia.

 

Si terranno in considerazione i seguenti parametri:

  • condizioni personali e sociali;
  • situazione economica;
  • situazione lavorativa e profilo di occupabilità;
  • educazione e titolo di studio;
  • condizione abitativa;
  • reti familiari.

Qualora in questa fase di valutazione ci si renda conto che la situazione di difficoltà del soggetto dipende esclusivamente dalla mancanza di lavoro, il Progetto personalizzato verrà sostituito dal Patto di servizio e dal Programma di ricerca intensiva di occupazione.
Per accedere al beneficio il nucleo familiare dovrà sottoscrivere il programma individuato entro un termine di 20 giorni; qualora la famiglia beneficiaria del REI non rispetti gli adempimenti del programma, l’importo versato sulla social card verrà decurtato, fino ad arrivare alla totale decadenza del beneficio.

 

Come si ottiene

Termini, scadenze, modalità di presentazione della domanda

Le domande potranno essere presentate senza scadenza presso l'Ufficio Servizi Sociali del Comune di Sant'Eufemia d'Aspromonte.

Il contributo ha validità per un periodo continuativo non superiore a 18 mesi. Al momento in cui si presenta la domanda è opportuno essere già in possesso di un’attestazione ISEE in corso di validità. 
Superati i 18 mesi, il sostegno non potrà essere nuovamente richiesto se non sono trascorsi almeno 6 mesi dall’ultimo beneficio percepito.

 

Documenti da presentare

  • copia di documento di identità in corso di validità;
  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • per i cittadini stranieri non comunitari: copia di titolo di soggiorno in corso di validità;
  • copia certificazione medica attestante lo stato di gravidanza rilasciata da una struttura pubblica non prima di 4 mesi dalla data presunta del parto (in caso di richiesta da parte di donna in stato di gravidanza accertata);
  • documentazione attestante lo stato di disoccupazione di un lavoratore di età pari o superiore a 55 anni per licenziamento, dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale, con cessazione da almeno 3 mesi del beneficio della prestazione per la disoccupazione;
  • patto di servizio rilasciato dal Centro per l'impiego.

Per i richiedenti che usufruiscono dell’assegno al nucleo familiare con almeno 3 figli, è necessario presentare anche il riferimento dell’iban. La carta su cui verrà erogato il contributo sarà la medesima di quella rilasciata da Inps per il pagamento dell’assegno al nucleo. 

Per coloro che hanno tre figli minori e non hanno presentato domanda per assegno al nucleo, dovranno presentarsi con il riferimento dell’iban, in quanto verrà accreditato anch’esso sulla carta prepagata Rei. 

Tempi e iter della pratica

I cittadini in possesso dei requisiti possono presentare  la domanda a partire dal 1 Dicembre 2017. Successivamente il Comune inoltra le richieste all'INPS che verifica tutte le condizioni e dispone gli eventuali benefici economici, erogati attraverso una carta prepagata.

Dopo l’esame delle domande entro 45 gg dalla presentazione, il Comune trasmette il progetto personalizzato all’INPS che procederà all’erogazione del beneficio economico del Rei, coinvolgendo Poste per le opportune comunicazioni all’utente (es. ritiro della card + pin).

 

 

 PER COLORO CHE GIA' BENEFICIANO DEL SIA

 

Coloro ai quali è stato riconosciuto il SIA nell'anno 2017 continueranno a percepire il relativo beneficio economico, per tutta la durata e secondo le modalità previste. I beneficiari del SIA saranno inoltre abilitati, a partire dal 1° gennaio 2018, ai prelievi di contante entro il limite previsto per il REI (240 euro al mese).

Se i beneficiari del SIA soddisfano anche i requisiti per accedere alla nuova misura, potranno richiedere la trasformazione del SIA in REI. In ogni caso verrà garantita la fruizione del beneficio maggiore. Qualora si decida di passare dal SIA al REI, la durata del REI sarà ridotta del numero di mesi per i quali si è percepito il SIA. Il beneficio, in tal caso, verrà erogato sulla stessa Carta di pagamento.

Coloro che già beneficiano del SIA e non intendono passare al REI, alla scadenza del SIA possono comunque richiedere l'accesso al REI, se in possesso dei requisiti. In questo caso il REI avrà una durata massima di 6 mesi, al fine di assicurare una copertura complessiva del beneficio (SIA+REI) pari a 18 mesi.

Coloro che hanno finito di usufruire del SIA con il bimestre settembre/ottobre 2017 e che risultano avere i requisiti per accedere al REI riceveranno il beneficio anche nel bimestre novembre/dicembre, al fine di non interrompere il beneficio.

A decorrere dal 1° novembre 2017 la richiesta per il SIA non può più essere presentata.

Note

Segnalazioni e precisazioni

Variazioni stato di famiglia


In caso di variazione del nucleo familiare, in corso di fruizione del beneficio, dovrà essere presentata una nuova DSU aggiornata, fermi restando il mantenimento dei requisiti, entro due mesi dalla variazione. Nell’ipotesi di interruzione nella fruizione del beneficio, diversa dall’applicazione delle sanzioni, il beneficio può essere richiesto nuovamente per una durata complessiva non superiore al periodo residuo non goduto.


Variazioni dei redditi

 

In caso di variazione della situazione lavorativa nel corso dell’erogazione del ReI, i componenti del nucleo sono tenuti, pena la decadenza dal beneficio, a comunicare all'INPS:

  • Il reddito annuo previsto del componente la cui situazione lavorativa è variata entro 30 giorni dall'inizio
  • il reddito annuo previsto del componente in possesso di redditi da lavoro non rilevati nell’ISEE in corso di validità utilizzato per l’accesso al beneficio.

Condizioni da rispettare


I componenti il nucleo familiare beneficiario del ReI sono tenuti ad attenersi ai comportamenti previsti nel progetto personalizzato.

Mediante il ReI-com (vedi Allegati e documenti) dovranno essere comunicate all'INPS le eventuali variazioni della situazione lavorativa e reddituale dei beneficiari del ReI e/o per attestare eventuali redditi da lavoro che non siano stati valorizzati nell'attestazione ISEE in corso di validità al momento della presentazione della domanda. La persona interessata dovrà informare l’INPS entro trenta giorni dall’inizio dell’attività.

 

Carta Acquisti


Dal 1° gennaio 2018, ai nuclei familiari con componenti minorenni beneficiari della carta acquisti che abbiano fatto richiesta del ReI, il beneficio economico connesso al ReI è erogato sulla medesima carta, assorbendo integralmente il beneficio della carta acquisti eventualmente già riconosciuto.

 

Allegati e documenti

 

 

 

 

 

Comune di Sant'Eufemia d'Aspromonte
 Piazza Libertà n. 1
 Codice Fiscale 82001310802

 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.089 secondi
Powered by Asmenet Calabria